PMMA plexiglass estruso


 

Il PMMA estruso, meglio conosciuto come Plexiglass estruso, è un materiale che ha proprietà fisiche simili al colato.

La produzione per estrusione presenta dei vantaggi, sia sull’omogeneità dello spessore, che sulla possibilità di far produrre su richiesta lastre fuori standard in lunghezza.

Le colorazioni tuttavia sono più limitate rispetto al colato possono essere trasparenti, opache, nere e specchiate.

 

 

 

Gamma prodotti Pmma (plexiglass) estruso

Campi di applicazione Pmma (plexiglass) estruso

Pubblicità: Insegne luminose, pannelli luminosi, espositori, targhe, allestimenti, scrittura a caratteri tridimensionali, cartelli segnaletici……
Edilizia : Pensiline, lucernai, coperture, vetrate, arredo urbano, serre, arredo interni……
Trasporti: Vetri, parabrezza, deflettori, targhe, tettucci, oblò, finestrini, semafori, barriere antirumore….
Industria: Componentistica macchine, particolari di precisione, elettronica, Banchi frigo, display,iIlluminazione, lettini solari…..
Artigianato: Oggettistica, arredo interno, cabine e piatti doccia, tavoli, sedie, cellulari, vasche da bagno…
Medicina: Lenti, ottica, provette, culle, incubatrici……

Caratteristiche Tecniche Pmma (plexiglass) estruso

  • La lastra di PMMA estruso è resistente ai raggi UV, agli acidi, agli agenti atmosferici e all’invecchiamento.
  • E’ un materiale molto più leggero del vetro, pesa meno della metà a parità di spessore.
  • La durezza è compresa tra quella del legno e quella del ferro ed è molto vicina a quella dell’alluminio e delle leghe leggere.
  • Grazie alle sue caratteristiche di omogeneità di spessore, il plexiglass estruso risulta facilmente stampabile.
  • E’ più trasparente del vetro, può essere antiriflesso, specchiato, bianco opalino, colorato nero e colorato bianco latte, si presta così, a numerosi effetti di trasmissione e diffusione della luce.
  • L’estruso è tenero e suscettibile ai graffi. Tale aspetto è limitabile solo attraverso l’applicazione di pellicole protettive. Per applicazioni in esterni, i film di protezione devono essere rimossi perché se esposti alla luce solare possono rimanere permanentemente attaccati alla lastra.
  • Un pannello in Plexiglass estruso ha anche buone capacità d’isolamento acustico e termico (migliori di quelle del vetro).
  • Il comportamento a caldo può variare (a differenza del colato max 2%) in funzione dello spessore e del senso di estrusione.
  • E’ sicuramente un materiale molto indicato per la termoformatura e piegature a caldo. Inoltre può essere ri-lavorato a caldo.

Lavorabilità Pmma (plexiglass) estruso

  • Termoformatura: E’ termoformabile attraverso un forno a temperature superiori ai 140°C. La sua fluidità lo rende più termoformabile del colato, consentendo una riproduzione molto più dettagliata delle forme e dei dettagli.
  • Incollaggio: Si effettua con l’utilizzo di adesivi trasparenti. Si possono utilizzare diversi tipi di adesivi compatibili al metacrilato, come ad esempio quelli a base di diclorometano.
  • Piegatura a caldo: Sempre attraverso il riscaldamento è possibile effettuare la piegatura a caldo, tecnica che permette di modellare le lastre in plexiglass secondo le forme desiderate.
  • Taglio: Possono essere effettuati tagli manuali o con lama. Possono essere forate, ma non è consigliabile il taglio laser perché produce odori tossici.
  • Stampa: La sua omogeneità planare lo rende ottimo per la stampa.Può essere decorato tramite inchiostro, serigrafia oppure attraverso l’utilizzo di pellicole adesive.
  • Lucidatura e Levigatura: Una volta che la lastra ha subito un taglio ed è stata levigata avviene il processo di lucidatura. Può avvenire tramite levigatrice meccanica o getto d’aria ad alta velocità per i bordi.