PETG

Le lastre in PETg sono pannelli estrusi a base di co-poliestere di grande versatilità di impiego. Rappresentano un’ottima alternativa al PMMA e al Policarbonato avendo proprietà ottiche elevate e un’alta resistenza, con in più il vantaggio di essere estremamente facile da termoformare (alti rapporti di stiro, temperature di formatura più basse e quindi costi minori di trasformazione) e con un buon comportamento al fuoco. Ha caratteristiche simili al Pet in più si termoforma più semplicemnte.

Listino del PETG

Schede tecniche del PETG

  • petg-maschera-termoformata
  • Casco-protettivo-ciclista-PETG
  • Divisorio-petg-alimentari
  • Incastro-maschera-protezione

MAGGIORI INFORMAZIONI SUL PETG

Campi di Applicazione PETG:

  • Sport: caschi sportivi, elementi sportivi di protezione;
  • Edilizia: arredo interni, pensiline, pannelli per la separazione di ambienti, vetrate;
  • Industria: protezione di macchine, industria alimentare, contenitori alimentari, banchi frigo, industria dei giocattoli, pannelli lucidi per distributori automatici, food packaging, espositori refrigerati, slot machine;
  • Artigianato: lampade, Stampe, elementi di design;
  • Pubblicità: display, insegne, pannelli luminosi, poster, segnaletica per esterni, comunicazione visiva;
  • Medicina: elementi ortopediche e componenti per apparecchiature mediche, applicazioni farmaceutiche.

Caratteristiche Tecniche  PETG:

  • Facilità nella lavorazione: può essere facilmente termoformato senza pre-essicamento e lavorato  con le stesse tecniche e attrezzature di lavorazione del legno e dei metalli;
  • Leggerezza: è un materiale molto più leggero del vetro pesa quasi la metà;
  • Trasparenza: ha ottime caratteristiche di trasmissione luminosa simili al vetro, ma inferiori al Plexiglas. La percentuale di trasmissione luminosa per lastre trasparenti si attesta in funzione dello spessore tra 83% e 89%;
  • Uso Alimentare: le lastre in PETG sono certificate per l’utilizzo nel settore alimentare;
  • Ecocompatibile: il PETG possiede caratteristiche  non emette gas tossici durante la lavorazione;
  • Resistenza agli urti: ha ottime capacità di resistenza agli urti, migliori sia del PMMA che del PVC. Da alcune prove di comparazione è emerso che il PETG ha capacità di resistenza agli urti  6 volte superiore a quella dell’acrilico;
  • Resistenza agli agenti chimici: elevata resistenza agli agenti chimici anche i più aggressivi.

Lavorabilità del PETG:

  • Termoformatura: facile termoforatura a bassa temperatura (120 °C-160 °C) senza pre-essicazione. Non si devono superare i 160° C, altrimenti il materiale il diventa fragile. E’ possibile eseguire termoformature impossibili da ottenere con altri polimeri ed è termoformabile anche negli spessori più alti (fino ai 12 mm);
  • Incollaggio: incollabile sia con colle a solvente che con adesivo biadesivo;
  • Formatura a freddo: il PETG può essere formatura a freddo sia con curvatura (ma per raggi piccolissimi si predilige la termoformatura) che con piegatura applicabile a lastre fino a 2 mm di spessore al massimo;
  • Stampa: E’ un materiale facilmente decorabile attraverso stampa serigrafica, a transfer o verniciatura;
  • Taglio: il PETG può tagliato (con seghe circolare, a mano, a nastro o con laser)  fresato e forato. Permette un taglio netto senza sgranatura dei bordi;
  • Lucidatura: lucidabile sia a fiamma che tramite mezzi abrasivi.